La gestione dell'incontinenza notturna richiede maggior attenzione a causa del numero di ore di permanenza in sede del prodotto e della frequente concomitanza di più variabili da tenere in considerazione, quali:

  • Somministrazione di terapie con effetti diuretici dopo il pasto serale.
  • Somministrazione di tranquillanti per favorire il riposo notturno con inibizione dell'autonomia funzionale in soggetti normalmente continenti.
  • Accentuata confusione mentale in persone con disturbi cognitivi.
  • Rischio di cadute e fratture (nei suddetti soggetti).
  • Aumentata produzione di urina notturna (causata dall'invecchiamento dell'apparato urinario).
  • Indisponibilità del personale di assistenza.


Se da una parte è quindi frequente che il volume dell'urina prodotta durante la notte sia maggiore, dall'altra è fondamentale che l'incontinenza sia gestita con un unico prodotto per evitare il rischio di cadute o la compromissione dell'effetto di psicofarmaci.
Essendo numerose le ore che intercorrono tra la messa a letto ed il risveglio della persona, sarà necessario utilizzare prodotti ad alta capacità assorbente.
Sarà inoltre indispensabile:

  • Verificare con estrema accuratezza il corretto posizionamento del prodotto.
  • Durante il posizionamento considerare l'anatomia del paziente (es. uomo o donna) e l'abituale postura durante la notte, intervenendo dove possibile per adattare il presidio alle specifiche esigenze.
  • Se necessario, utilizzare pigiami con chiusura posteriore, in soggetti con gravi disturbi cognitivi, per evitare manipolazioni del prodotto.
  • Posizionare la traversa monouso all'altezza del bacino per raccogliere eventuali fuoriuscite di urina (mai con materasso anti decubito).


Per individuare il livello di assorbenza necessario, si procederà per tentativi come descritto in precedenza, avvalendosi eventualmente dell'utilizzo di tabelle di cambio.
Si consiglia, salvo casi particolari (ritenzione urinaria, oliguria, insufficienza renale, ecc), di posizionare inizialmente un prodotto ad alta assorbenza, con la possibilità di passare ad un pannolone ad altissima assorbenza o ad assorbenza media se necessario.